AIIC Italia presente al convegno “English in Italy – Translation and Interpreting in Educational and Professional Settings”

Il 5 febbraio scorso i Dipartimenti di lingue e letterature moderne e di scienze economico-sociali dell’Università di Torino hanno organizzato un convegno dal titolo “English in Italy – Translationand Interpreting in Educational and Professional Settingshttps://englishinitaly.files.wordpress.com/2014/01.... In rappresentanza di AIIC ITALIA nonché della Rete per l’eccellenza dell’italiano istituzionale (Rete REI) ha partecipato il collega Umberto Cini. Al centro delle discussioni l’inglese come lingua franca globale. Interpreti e Traduttori si sono confrontati con linguisti e docenti di lingua e letteratura inglese davanti a una folta platea di studenti. Non solo da parte di chi fa della mediazione linguistica una professione, il fenomeno del “tutto inglese” è stato commentato con un certo grado di preoccupazione. Rifacendosi a Paul Ricœur e a Martha Nussbaume ai rispettivi temi dell’“ospitalità linguistica” e della valenza democratica degli studi umanistici (di cui la traduzione è un caposaldo), Umberto Cini ha proposto al dibattito la dimensione etica della comunicazione, che esige di poter acquisire e impiegare in ogni circostanza lo strumento linguistico più appropriato all’infinito variare delle relazioni umane e sociali. Nel DNA degli interpreti di conferenza è chiaramente iscritto il principio della democrazia linguistica e del dovere professionale di dare un contributo linguistico-culturale alla comunicazione internazionale. Insegnare bene l’inglese significa anche far capire quando e come è opportuno utilizzarlo.


Recommended citation format:
AIIC. "AIIC Italia presente al convegno “English in Italy – Translation and Interpreting in Educational and Professional Settings”". aiic.net. February 25, 2016. Accessed May 27, 2017. <http://aiic.net/p/7549>.