La banca degli interpreti

Di Raffaella Marchese @rafmarchese

Oggi viviamo nella cosiddetta Sharing economy, l’economia della condivisione, nella quale ciò che conta non è tanto la proprietà del bene quanto il suo uso.  Perfino un concetto tanto astratto come il tempo diventa un bene da condividere, e il valore che ad esso si attribuisce prescinde da gran parte delle considerazioni economiche a cui siamo normalmente abituati.  Per questo nelle  “Banche del Tempo”, nate da ormai diversi anni in diverse città,  il tempo di una sarta che cuce un orlo per la sua vicina di casa ha lo stesso valore del tempo che la vicina dedica al figlio della sarta per aiutarlo nei compiti o nella stesura della dichiarazione dei redditi. 

A questo nuovo modo di operare non poteva rimanere indifferente anche il mondo dell’interpretazione che con grande creatività ha dato vita a tante iniziative di condivisione e messa in comune di esperienze e competenze.  Di grande valore, specie perché nato dall’iniziativa di alcuni intraprendenti studenti è il conosciutissimo Speechpool, che raccoglie file e video di discorsi in varie lingue e di vario livello per supportare gli studenti nel loro percorso di formazione.  Oggi però vorremmo parlare di InterpretimeBank, una recentissima iniziativa che da pochi giorni ha chiuso la prima fase di raccolta fondi in crowdfunding e che ha ufficialmente aperto i battenti.  In questo caso si tratta di una vera e propria community online di interpreti di conferenza professionisti nata dalla passione di un gruppo di compagne di scuola spagnole che, lasciati i banchi e entrate nel mondo del lavoro, hanno sentito l’urgenza di trovare uno strumento diverso per adempiere ai propri bisogni di formazione continua.  AIIC Italia, che ormai da due anni ha lanciato un programma di formazione continua obbligatoria, condivide a pieno i principi alla base dell’iniziativa InterpretimeBank e non può che sostenere modelli come questi.  L’idea è molto semplice: basta un computer e una connessione internet; l’interprete si registra sul sito e indica il momento in cui desidera allenarsi in una determinata competenza (interpretazione simultanea o consecutiva) in una precisa combinazione linguistica. Una volta trovato il collega interessato a quel tipo di scambio, la comunicazione continua in maniera privata fra i due professionisti che si ritroveranno su Skype o Hangouts per dare inizio alla sessione di formazione.  Il prezzo di questo scambio è il Tempo, valuta ufficiale di InterpretimeBank che viene accreditato nel caso in cui si decida di operare come Tutor o addebitato se si è utilizzatori del sessione di training. Facciamo un esempio molto pratico.  Decido di offrire il mio tempo per ascoltare per 30 minuti un collega  che vuole esercitarsi in consecutiva nella combinazione spagnolo-italiano.  A fine sessione, sul mio conto mi vedrò accreditati 30 minuti.   La settimana successiva decido a mia volta di esercitarmi in simultanea nella combinazione italiano-russo.  Basterà trovare un collega disposto a seguirmi su questa combinazione e potrò spendere il mio credito accumulato.  È inoltre possibile partecipare a sessioni di altri membri, ascoltando il lavoro di interpretazione e fornendo il proprio feedback.  In questo modo, si accumulerà del credito (sempre sotto forma di Tempo) che verrà salvato sul proprio account.  Se si esaurisce il proprio credito si può anche scegliere di guadagnare del Tempo offrendo il proprio contributo oppure acquistando delle unità di tempo. Il vantaggio fondamentale è che si tratta di una comunità di soli interpreti professionisti, gli unici veramente in grado di fornire un feedback mirato. Uno strumento sicuramente molto utile per chi sta aggiungendo una nuova lingua alla propria combinazione e vuole fare un po’ di pratica con colleghi lontani.  Infine ricordiamo che è possibile anche contribuire alla campagna di crowdfunding per aiutare le ideatrici a sviluppare ulteriormente la piattaforma.  Sono già 120 i colleghi che lo hanno fatto superando la soglia minima fissata di 8000 dollari.  La donazione da diritto a diversi tipi di sottoscrizioni, dalla più semplice, Basic Membership che con 20$ da diritto a 60 minuti di credito  e al set da consecutiva di InterpretimeBank, penna e blocco, per arrivare gradualmente al Pacchetto Deluxe che, per 200$, oltre a diversi vantaggi permette anche di partecipare ad un corso online di 5 ore di public speaking.  I donatori infine troveranno il proprio nome nell’elenco dei sostenitori.

Per il momento è possibile offrire la promessa di sostegno.  Il servizio dovrebbe essere operativo a partire da febbraio 2017.  Per maggiori dettagli, visitare la pagina InterpretimeBank su Kickstarter


Recommended citation format:
AIIC. "La banca degli interpreti". aiic-italia.it December 7, 2016. Accessed June 24, 2017. <http://aiic-italia.it/p/7816>.