Regolamento

Regolamento Interno dell’Associazione Internazionale Interpreti di Conferenza in Italia

Preambolo

DIMENSIONE INTERNAZIONALE

Tutti i membri dell’Associazione Internazionale Interpreti di Conferenza in Italia, qui di seguito AIIC Italia, appartengono all’ Association Internationale des Interprètes de Conférence[1], qui di seguito AIIC World.

In virtù di tale appartenenza i membri di AIIC Italia fruiscono del lavoro degli organismi tecnico-scientifici e di formazione di AIIC World, delle attività negoziali da questa espletate ai fini della stipula di accordi collettivi con le maggiori organizzazioni sovranazionali ed internazionali, nonché dell’unica rete associativa globale.

I nominativi dei membri di AIIC Italia, corredati da informazioni aggiornate quanto a domicilio professionale, combinazione linguistica e recapiti, figurano sul sito di AIIC Italia e nell’ Annuario elettronico e cartaceo di AIIC World.

I membri sono tenuti all’osservanza dei documenti statutari di AIIC Italia, fondati sui Textes de Base di AIIC World. Sono altresì tenuti al rispetto degli accordi collettivi da essa stipulati e degli orientamenti strategici comunicati periodicamente ai propri membri in relazione a questioni professionali di ampia rilevanza. Ogni membro di AIIC Italia, in quanto membro di AIIC World, è inoltre tenuto a mantenere fede ai principi che ne hanno ispirato la fondazione e ad astenersi da comportamenti che possano arrecare discredito alla professione e all’Associazione nazionale e internazionale.

Articolo 1 - Denominazione e logo

La denominazione ufficiale dell’associazione è Associazione Italiana Interpreti di Conferenza Italia Membri di AIIC – AIIC Italia. Il logo dell'associazione è parte integrante della denominazione sociale.

Il/la Presidente, il/la Segretario/a, il/la Tesoriere/a, il/la Web Master e i rappresentanti della Commissione Sviluppo Professionale e della Commissione Pubbliche Relazioni di AIIC Italia possono utilizzare la carta intestata recante il logo di AIIC Italia in tutte le comunicazioni istituzionali correlate all’espletamento del loro ruolo.

Membri

I membri di AIIC Italia possono usare il logo di AIIC Italia recante dicitura Membro di/Member of, su carta intestata, biglietti da visita o siti web. Ciascun membro dovrà fare richiesta al/la Segretario/a di AIIC Italia il/la quale invierà il logo in versione vettoriale. La struttura, i colori e le forme del logo non possono essere in alcun modo modificati.

Gruppi di Membri

I raggruppamenti di membri di AIIC Italia sono autorizzati a utilizzare il logo di AIIC Italia recante la dicitura Membri di/Members of su carta intestata, bigliettini da visita e sito web del raggruppamento di interpreti solo ed esclusivamente alle seguenti condizioni:

-Tutti i membri del gruppo/raggruppamento siano membri di AIIC Italia.

- Sia stata inviata richiesta scritta al/la Segretario/a per utilizzo del logo, recante impegno a non utilizzare il logo per qualsiasi tipo di materiale nel caso in cui anche un solo membro del gruppo cessi di essere membro di AIIC Italia.La richiesta scritta dovrà essere corredata da un elenco dei membri del gruppo/raggruppamento.

- Sia stata data autorizzazione dal Consiglio Direttivo di AIIC Italia all’utilizzo di detto logo.

La struttura, i colori, le forme del logo e tutti i logotipi non possono essere in alcun modo modificati.

Utilizzo del Template Power Point

Il template AIIC Italia per le presentazioni Power Point può essere utilizzato dai membri di AIIC Italia solo per presentazioni su AIIC Italia o su temi legati ad AIIC Italia concordate con il CD, purché la struttura, il logo, i colori e le forme del template non siano in alcun modo modificati.

Articolo 2 - Sede

AIIC Italia fissa la propria sede sociale presso lo Studio Piantella, sito in Via Tirso 90, 00198 Roma.

Eventuali variazioni della sede sono deliberate dall’Assemblea. Il Consiglio Direttivo, qui di seguito CD, ne dà comunicazione a tutti gli interessati.

Articolo 3 - Membri

Sono membri di AIIC Italia gli/le Interpreti di Conferenza, cittadini/e italiani/e non italiani/e, che condividano gli scopi e le finalità dell'associazione e che siano in possesso dei seguenti requisiti:

- siano Membri Attivi o Associati dell’Associazione Internazionale;

- mantengano per almeno 6 mesi l’anno il proprio domicilio professionale in Italia; e

- siano in possesso dei requisiti d’ammissione.

I membri sono tenuti a procedere, conformemente al Regolamento dello Sviluppo Professionale e secondo le modalità definite, a un aggiornamento professionale costante, il cui assolvimento è debitamente verificato dall’Associazione.

I membri sono tenuti al rigoroso rispetto del Codice Deontologico e delle Norme Professionali adottati dall’Associazione.

Articolo 4 - Ammissioni

1. Requisiti di ammissione

Sono ammessi a far parte di AIIC Italia tutti gli Interpreti di Conferenza che:

- siano Membri Attivi o Associati di AIIC World;

- mantengano per almeno 6 mesi l’anno il proprio domicilio professionale in Italia;

- abbiano previamente versato la quota di adesione stabilita;

- siano in possesso dei seguenti titoli di studio:

a. diploma di laurea magistrale in interpretazione o titolo, nazionale o estero, equivalente e un'esperienza documentata di almeno due anni nel settore dell'interpretazione;

b. altro diploma di laurea magistrale o titolo, nazionale o estero, equivalente e un’esperienza documentata di almeno tre anni nel settore dell’interpretazione;

c. diploma di laurea triennale in interpretariato e un’esperienza documentata di almeno tre anni nel settore dell’interpretazione;

d. altra laurea triennale e un’esperienza documentata di almeno cinque anni nel settore dell’interpretazione.

In casi eccezionali di comprovata esperienza e competenza professionale, è consentita l’ammissione anche a coloro che siano in possesso di Diploma di scuola media superiore e almeno sette anni di esperienza documentata nel settore dell'interpretazione di conferenza.

Espletate le necessarie verifiche, il Comitato Verifica Ammissioni (CVA) provvede a comunicare ai Membri interessati l’avvenuta ammissione.

Articolo 5 - Esclusioni

I membri dell’Associazione che decidano volontariamente di uscire dall’AIIC dovranno immediatamente darne notizia al CD di AIIC Italia e al Comitato Verifica Ammissioni, che provvederà ad escluderli dalle liste di AIIC Italia, senza restituzione della quota associativa. I membri dell’Associazione che siano espulsi da AIIC World perdono automaticamente lo statuto di Membro di AIIC Italia.

Articolo 6 - Membri e presidenti onorari

Lo status di membro o presidente onorario/a di AIIC Italia può essere conferito, con delibera del CD, a personalità che si siano distinte per meriti insigni nelle attività collegate alla professione di interprete di conferenza.

Articolo 7 - Quota associativa

L’importo della quota associativa annuale è stabilito dall’Assemblea con cadenza triennale. I termini di pagamento, le modalità di riscossione e le altre procedure finanziarie sono oggetto di un apposito Regolamento Finanziario, approvato dal CD.

Articolo 8 - Cariche Sociali e Organi Collegiali

Sono Organi Collegiali statutari di AIIC Italia:

Il Comitato Direttivo (CD)

Il Comitato Verifica delle Ammissioni (CVA)

La Commissione Sviluppo Professionale (CSP)

Il Collegio dei Probi Viri (CPV)

I Referenti dello Sportello del Consumatore

Sono Commissioni ad hoc di AIIC Italia:

La Commissione Pubbliche Relazioni (CPR)

La Commissione per le questioni Istituzionali e Normative (CIN)

Il/la Presidente, il/la Tesoriere/a, il/la Segretario/a, gli altri Membri del CD ed i membri del Comitato dei Probi Viri sono eletti dall’Assemblea. La votazione avviene in via ordinaria a scrutinio segreto, salvo diverse disposizioni dell’Assemblea.

I membri del Comitato per la Verifica delle Ammissioni, della Commissione dello Sviluppo Professionale, delle Commissioni ad hoc e i Referenti per lo Sportello del Consumatore sono nominati dal CD.

Nessuna carica all’interno del CD può essere ricoperta dallo stesso membro per più di 2 mandati consecutivi.

Articolo 9 - Incompatibilità

A salvaguardia dell'indipendenza degli Organi dell'Associazione e del buon funzionamento della stessa, è fatto divieto di assumere cariche sociali a chi sia già titolare di altro incarico in un organo statutario di AIIC italia o si trovi in una situazione di conflitto di interessi di cui all'articolo successivo. Qualora si verifichi una situazione di incompatibilità, l'interessato, entro 15 giorni, dovrà darne comunicazione all'organo di appartenenza ed attivarsi per eliminare la situazione.

Articolo 10 - Conflitto di interessi

I componenti degli organi di AIIC Italia non possono trarre indebiti vantaggi dall’attività dell’Associazione. Nel caso di deliberazioni in cui essi siano portatori, direttamente o indirettamente, di interessi in conflitto con quelli dell’Associazione, i titolari di cariche sociali devono darne immediata segnalazione all’organo di appartenenza ed astenersi dal partecipare alla discussione e al voto delle deliberazioni stesse. Qualora la situazione di conflitto di interesse venga sottaciuta dall’interessato/a, l’organo ne pronuncia l’esclusione dall’ incarico.

Articolo 11 - Assemblea

L’Assemblea è costituita da tutti i membri. Si riunisce almeno una volta all’anno ed è convocata dal/la Presidente di AIIC Italia con avviso inviato tramite il/la Segretario/a a mezzo posta elettronica certificata con almeno 15 giorni di anticipo. Nell’avviso andranno indicati, oltre l’ordine del giorno, anche la data e il luogo della prima e della seconda convocazione.

L’Assemblea è inoltre convocata ogniqualvolta il/la Presidente, previa consultazione con il Consiglio Direttivo, lo ritenga opportuno, o quando ne venga fatta richiesta per iscritto da un quinto dei membri di AIIC Italia.

L’Assemblea:

- approva l’ordine del giorno

- approva il verbale della precedente riunione

- elegge il/la Presidente, il/la Tesoriera/e il/la Segretario/a

- elegge gli altri membri del Consiglio Direttivo

- elegge i Probi Viri

- approva il Rapporto del Consiglio Direttivo

- approva il bilancio preventivo

- approva il bilancio consuntivo

- determina le quote associative ed eventuali contributi straordinari

- approva le relazioni presentate dagli altri organi di AIIC Italia

- adotta le eventuali modifiche dello Statuto e del Regolamento, così come l’eventuale scioglimento di AIIC Italia

- delibera su ogni altra questione di straordinaria amministrazione

L’Assemblea è da considerarsi validamente costituita con la presenza o la rappresentanza a mezzo delega di almeno la metà del numero complessivo dei membri in prima convocazione. Essa è sempre validamente costituita in seconda convocazione.

All’apertura di ogni assemblea il/la Presidente o uno o più Membri da esso/a delegati provvedono alla registrazione delle presenze e delle deleghe.

Le deliberazioni sono adottate a maggioranza assoluta dei/delle presenti e rappresentati/e, ad eccezione dei seguenti casi:

a) elezione delle cariche associative per le quali è sufficiente la maggioranza relativa, qualunque sia il numero dei membri presenti o rappresentati in Assemblea;

b) modifiche allo Statuto o scioglimento dell’Associazione, per le quali è necessario il voto favorevole dei due terzi dei membri presenti o rappresentati in Assemblea.

Le votazioni avvengono in via ordinaria a scrutinio segreto, salvo diverse disposizioni dell’Assemblea.

Articolo 12 - Presidente

Il/la Presidente può nominare delegati personali ed ha facoltà di revocarne il mandato in qualsiasi momento.

Il/la Presidente ha il potere di firma sul conto di AIIC Italia.

Il/la Presidente, previo accordo del/della Tesoriere/a, può conferire ad un membro del comitato direttivo un'ulteriore delega sul conto.

Articolo 13 - Tesoriere

Il/la Tesoriere/a è tenuto a fare rapporto sulla gestione economica dell’Associazione nelle riunioni ordinarie del CD ed ogniqualvolta ciò sia necessario per la discussione dei temi all’Ordine del Giorno.

Il/La Tesoriere/a stila le liste dei Membri morosi e raccoglie i giustificativi relativi a spese, pagamenti e richieste di rimborso. Provvede ad erogare i rimborsi in base ai giustificativi forniti e conformemente ai criteri stabiliti da AIIC Italia; successivamente li inserisce nel bilancio consuntivo.

Il/La Tesoriere/a ha potere di firma sul conto corrente dell’Associazione.

Il/La Tesoriere/a può partecipare, di propria iniziativa o dietro invito dell’organo associativo interessato, a tutte le riunioni in cui si discutano iniziative che implicano impegni di spesa.

Articolo 14 - Segretario/a

Come specificato all’Art. 13 dello Statuto, il/la Segretario/a è responsabile della convocazione delle riunioni del Comitato Direttivo e dell’Assemblea, con avviso inviato tramite posta elettronica certificata con almeno, rispettivamente, 10 e 15 giorni di anticipo, nonché della redazione e conservazione dei verbali di dette riunioni. I verbali dell’associazione, una volta ratificati e firmati, sono inseriti nei libri sociali conservati presso la sede sociale.

Il/la Segretario/a di AIIC Italia mantiene i contatti con il Segretariato di AIIC World.

Articolo 15 - Riunioni degli Organi Collegiali

Le Riunioni ordinarie degli Organi Collegiali di AIIC Italia si svolgono di norma per via telematica.

Le riunioni indette per ragioni di straordinaria amministrazione possono svolgersi, previa autorizzazione del CD, in presenza fisica di tutti o di parte dei membri di un Organo Collegiale. In tal caso le eventuali spese di viaggio ed alloggio sostenute dai membri fuori sede saranno rimborsate, con l’approvazione del/della Tesoriere/a, e dietro presentazione in forma elettronica dei giustificativi di spesa.

Articolo 16 - Consiglio Direttivo (CD)

Come stabilito all’Art. 10 dello Statuto di AIIC Italia, il CD è composto da 7 Membri - Presidente, Segretario/a, Tesoriere/a, Coordinatore/Coordinatrice dell’attività delle commissioni e tre rappresentanti delle regioni - eletti dall’Assemblea. Il mandato del Consiglio Direttivo scade ogni tre anni. I/le Consiglieri/e sono eleggibili per un massimo di due mandati consecutivi.

In caso di cessazione del mandato di un/a Consigliere/a in corso d’esercizio, è facoltà del Consiglio Direttivo cooptare un sostituto che rimarrà in carica fino alla successiva Assemblea di AIIC Italia.

Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno 3 volte l’anno.

Le riunioni del Consiglio Direttivo sono convocate con avviso inviato per posta elettronica certificata contenente l’ordine del giorno spedito almeno 10 giorni (salvo urgenze) prima della riunione, e sono presiedute dal/dalla Presidente, o in sua assenza, da persona designata dagli intervenuti. Il Consiglio è validamente costituito in presenza della metà dei suoi componenti e delibera a maggioranza dei/delle presenti.

Il Consiglio Direttivo ha il compito di:

- presentare all’Assemblea il bilancio preventivo e consuntivo di AIIC Italia nonché i programmi di attività della stessa;

- proporre all’Assemblea l’ammontare delle quote associative;

e i/le Referenti per lo Sportello del Consumatore; proporre eventuali emendamenti ai documenti associativi da sottoporre all’Assemblea.

Il Consiglio ha facoltà di delegare parte dei suoi poteri ad uno o più dei suoi membri.

Sulla base del principio suddetto, e in linea con gli interessi e con la missione dell’Associazione, il CD può costituire Commissioni ad Hoc e Gruppi di Lavoro la cui formazione, mandato e dotazione finanziaria sono deliberate dal CD stesso.

Il Consiglio può riunirsi in un formato allargato ai rappresentanti di tutti gli organi associativi e dei Referenti per lo Sportello del Consumatore.

Articolo 17 - Riunioni del CD

Delle riunioni del CD è steso un verbale che dovrà essere firmato dal/dalla Presidente e dal/dalla segretario/a di seduta.

Le decisioni del CD, anche adottate telematicamente, dovranno in ogni caso essere riprese a verbale.

Il verbale dovrà essere approvato nel corso della riunione successiva del CD.

Articolo 18 - Coordinatore delle Commissioni

Il/La Coordinatore/Coordinatrice delle Attività delle Commissioni coadiuva il/la Presidente. Assicura la coerenza tra le attività delle varie Commissioni costituite permanentemente o ad hoc in seno ad AIIC Italia, funge da raccordo tra queste ed il CD e convoca, se del caso, riunioni congiunte. Riferisce periodicamente al CD ed ha facoltà di proporre la costituzione di nuovi Gruppi di Lavoro o Commissioni qualora ne ravveda la necessità.

Articolo 19 - Comitato Verifica Ammissioni (CVA)

Il CVA è composto da tre (3) membri nominati dal Consiglio Direttivo. Il CVA riceve dal segretario di AIIC Italia i nominativi dei nuovi soci di AIIC World e verifica la sussistenza dei requisiti per l’ammissione di cui all’Art. 4 del presente Regolamento, in coordinamento con il Tesoriere.

Espletate le necessarie verifiche, il CVA provvede a comunicare agli interessati l’esito della procedura ed eventuali richieste di integrazione di informazioni.

Il CVA provvede alla regolare tenuta del Libro Soci che raccoglie le generalità anagrafiche, il codice fiscale, il domicilio professionale in Italia, il titolo di studio, la data di ingresso ed eventuale dimissione dall’Associazione per l’anno di riferimento. L’aggiornamento del Libro Soci è effettuato al 31 dicembre di ogni anno. Il Libro soci così aggiornato sarà successivamente depositato alla sede sociale di AIIC Italia presso lo Studio Piantella di Via Tirso 90, 00198 Roma.

Il CVA presenta in Assemblea un rendiconto annuale delle attività svolte.

Articolo 20 - Commissione Sviluppo Professionale (CSP)

AIIC Italia si dota di uno specifico Regolamento per lo Sviluppo Professionale che definisce in dettaglio composizione, ruolo e responsabilità della CSP e stabilisce il contenuto e le modalità di espletamento dell’obbligo di aggiornamento dei Membri.

La CSP è composta da almeno cinque membri, nominati dal CD e scelti in modo tale da assicurare una copertura distribuita su tutto il territorio nazionale, dura in carica per il periodo di vigenza del Consiglio che l’ha nominata e può essere riconfermata anche dal Consiglio successivo.

Ai sensi dell’Art. 15 dello Statuto di AIIC Italia, la Commissione Sviluppo Professionale ha il compito di proporre, individuare e approvare attività di sviluppo professionale e di verificare l’effettivo adempimento dell’obbligo di formazione permanente da parte dei Membri dell’Associazione.

La Commissione Sviluppo Professionale riferisce periodicamente all’Assemblea.

La CSP ha facoltà di individuare le procedure pratiche più idonee al conseguimento degli obiettivi previsti.

Articolo 21 - Collegio dei Probiviri (CPV)

Il CPV di cui all’Art. 16 dello Statuto di AIIC Italia è composto da tre membri, eletti dall’Assemblea.

Il Collegio veglia sulla disciplina dei Membri e può agire di propria iniziativa o essere adito da qualsiasi Membro o gruppo di Membri dell’Associazione, nonché dagli Organi Collegiali e dalle Cariche Associative di AIIC Italia e, in particolare, dai/dalle Referenti dello Sportello del Consumatore in merito alla risoluzione dei contenziosi tra membro e cliente/consumatore.

Il CPV provvede ad accertare i fatti con giustizia e ragionevolezza e procede sulla base dei riscontri oggettivi ottenuti. Nei casi di inottemperanza, può emanare richiami informali e, se del caso, istruire un fascicolo disciplinare da trasmettere al CD.

Si pronuncia in totale autonomia e sulla base della Deontologia professionale sancita dai documenti statutari di AIIC Italia ed è svincolato da qualsivoglia formalità.

Articolo 22 - Disciplina dei Membri

La disciplina dei Membri di AIIC Italia si fonda sull’osservanza dello Statuto, del Regolamento interno, del Codice Deontologico, delle Norme professionali e del Regolamento per lo Sviluppo Professionale.

I Membri che tengano nei confronti dei colleghi o della committenza un comportamento non conforme alla deontologia e alla dignità professionale, o rechino pregiudizio all’immagine dell’Associazione e al presente Regolamento, al Codice Deontologico, alle Norme Professionali e al Regolamento per lo Sviluppo Professionale, saranno sottoposti, in base alla gravità dei fatti contestati, a sanzioni disciplinari graduate, nelle forme sotto indicate:

a) richiamo informale da parte del CPV

b) richiamo formale da parte del CD

c) sospensione temporanea dell’attestato di qualificazione professionale previsto dalla Legge 14 gennaio 2013, n. 4 fino al momento dell’adempimento dell’obbligo.

d) inoltro di un fascicolo disciplinare da parte del CD agli Organi Disciplinari di AIIC World.

Il procedimento disciplinare è promosso d’ufficio dal Collegio dei Probi Viri nonché a seguito di denuncia o segnalazione.

Articolo 23 - Pubblicità dell'associazione e degli atti sociali

AIIC Italia provvede a dare debita pubblicità sul proprio sito web a tutte le informazioni inerenti alla propria struttura e alle proprie attività. Sono altresì resi pubblici l’atto costitutivo dell’Associazione, lo statuto, i regolamenti e le eventuali linee guida, l’organigramma, l’elenco completo dei membri, l’importo delle quote associative e la lista degli eventi di sviluppo professionale organizzati o patrocinati sia da AIIC Italia che dall’ Association Internationale des Interprètes de Conférence, di cui AIIC Italia è parte integrante.

AIIC Italia rende pubblici tramite il proprio sito i documenti statutari dell’Association Internationale des Interprètes de Conférence e la lista delle Istituzioni Internazionali con le quali l’AIIC ha negoziato e stipulato accordi collettivi.

L’Associazione fornisce altresì un quadro informativo dettagliato della professione di interprete di conferenza e delle diverse tipologie di servizio d’interpretazione linguistica, uno schema relativo alle norme professionali relative alla composizione delle équipe corrispondenti alle diverse esigenze d’interpretazione prefigurabili ed un sistema di ricerca degli interpreti sulla base della combinazione linguistica richiesta e del domicilio professionale.

I membri di AIIC Italia avranno accesso tramite area dedicata alle delibere del CD, ai verbali delle Assemblee ordinarie e straordinarie e ai resoconti del Tesoriere.

Articolo 24 - Dotazione finanziaria

AIIC Italia può richiedere ad AIIC World di concorrere al finanziamento di specifici progetti nazionali di particolare rilievo.

AIIC Italia utilizza la propria dotazione finanziaria sulla base del piano spese formulato dal/dalla Tesoriere/a e approvato dal CD al fine di assicurare la copertura delle spese correnti di cui al bilancio preventivo annuale. Il suddetto piano spese potrà essere modificato, previa approvazione del CD, in base alle esigenze di gestione dell’Associazione.

Le spese da sostenersi per ragioni di straordinaria amministrazione o per l’acquisto di beni strumentali dovranno essere approvate dal CD.

Il/La Tesoriere/a provvederà a raccogliere i giustificativi relativi a spese, pagamenti e richieste di rimborso che successivamente inserirà nel bilancio.

Nessun membro o organo dell'associazione, tranne il Comitato Direttivo, può assumere impegni di spesa verso terzi o verso membri dell'associazione senza l'autorizzazione scritta del/della Tesoriere/a.

Articolo 25 - Rimborso spese

L’opera prestata dai detentori delle cariche sociali di AIIC Italia è gratuita. Saranno rimborsate le spese di trasferta sostenute dal Presidente, Segretario/a e Tesoriere/a per le riunioni ordinarie e straordinarie per le quali sia richiesta la loro presenza. Saranno altresì rimborsate le spese di trasferta di Membri del CD e degli altri organi associativi per la partecipazione a riunioni straordinarie dei suddetti organi associativi, previamente autorizzate dal CD, ove non tenute per via telematica.

Saranno inoltre rimborsate le spese di trasferta, vitto e alloggio sostenute da Membri dell’Associazione previamente designati dal CD o dall’Assemblea a partecipare a riunioni d’interesse comune. Tutte le spese saranno rimborsate dietro presentazione su supporto elettronico degli opportuni giustificativi, conformemente ai criteri stabiliti da AIIC Italia nel proprio Regolamento finanziario, approvato dal CD.

Articolo 26 - Votazioni

Le votazioni aventi luogo nel corso delle Assemblee ordinarie e straordinarie avvengono a scrutinio segreto, direttamente o a mezzo delega, salvo diversa disposizione dell’Assemblea.

Il numero massimo di deleghe consentito per ogni Membro è sei.

Le votazioni aventi luogo all’interno del CD avvengono a scrutinio palese, salvo diversa disposizione del CD. Il CD delibera a maggioranza dei presenti.

Articolo 27 - Elezioni

Qualora in sede d’assemblea siano previste elezioni per il rinnovo delle cariche sociali il/la Presidente attraverso il/la Segretario/a provvederà a darne comunicazione a tutti i Membri mediante posta elettronica e tramite pubblicazione sul sito web dell’associazione entro e non oltre 30 gg dalla scadenza del mandato e contestualmente aprirà i termini per la presentazione delle candidature.

Qualora le candidature pervenute entro i termini previsti non fossero in numero sufficiente, il/la Presidente riaprirà i termini di candidatura. In tal caso i Membri potranno presentare la propria candidatura in sede di assemblea.

Articolo 28 - Sportello del Consumatore

Ai sensi dell’art. 2 comma 4 della Legge n. 4/2013, AIIC Italia attiva un servizio di assistenza all’Utenza denominato Sportello del Consumatore, al fine di fornire ai consumatori informazioni dirette in merito alla professione d’Interprete di Conferenza, alle Norme di Qualità e Deontologia adottate dall’Associazione, nonché di fungere da interlocutore per eventuali lagnanze nei casi di contenzioso con uno o più Membri dell’Associazione.

Lo Sportello del Consumatore riceve le istanze dei consumatori e provvede ad inoltrarle ai Referenti dello Sportello del Consumatore, che rispondono tempestivamente caso per caso e nella modalità più adeguata alla situazione, riservandosi di adire il CD o il CPV, ovvero consultare Membri dell'Associazione o professionisti esterni.

Articolo 29 - Referenti Sportello del Consumatore

I Referenti dello Sportello del Consumatore di AIIC Italia sono 3. Sono nominati dal CD e rimangono in carica per tutta la durata del Mandato del CD che li ha nominati. Possono essere confermati dal CD successivo.

Qualora uno o più Referenti dello Sportello del Consumatore dovesse rinunciare alla propria carica od esserne destituito dal CD, il CD stesso provvederà a nominare il/i sostituto/i.

Per la natura dell’incarico che ricoprono, i Referenti sono tenuti a rispettare un vincolo di riservatezza e riferiscono, in ordine a casi con potenziale rilievo disciplinare, solo al CPV e al CD.

Articolo 30 - Attestato di qualità dei servizi

AIIC Italia rilascia annualmente ai membri che siano in regola con le norme Statutarie e con i Regolamenti di AIIC Italia l' attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi di cui all’art. 4 comma 1 della legge sulle professioni non regolamentate (legge n. 4 del 04/01/2013).

Il CD emana linee guida in ordine al rilascio dell’attestato, che provvede ad aggiornare se necessario.

Articolo 31 - Emendamenti

Gli emendamenti al presente regolamento sono approvati dall'Assemblea, previo inserimento di un apposito punto all'ordine del giorno.


[1] L’Association Internationale des Interprètes de Conférence è stata fondata a Parigi l’11 novembre 1953, conformemente alla Legge del 1° luglio 1901, e ha sede a Ginevra, Avenue Blanc 46, http://aiic.net/


Recommended citation format:
AIIC. "Regolamento". aiic-italia.it July 17, 2015. Accessed August 23, 2017. <http://aiic-italia.it/p/7298>.