Sportello del Cittadino


SPORTELLO DEL CITTADINO - Garanzie attivate a tutela degli utenti (Legge n. 4/2013 , Art. 2, comma 4) [1]:

A norma della Legge n. 4/2013 (Disposizioni in materia di professioni non organizzate) e conformemente all' art. 17 del suo Statuto[2], AIIC ITALIA promuove forme di garanzia a tutela dell’utenza, tra cui l’attivazione di uno sportello di riferimento del cittadino consumatore, presso il quale i committenti delle prestazioni professionali possono rivolgersi in caso di contenzioso con i singoli professionisti, ai sensi dell’art. 27 ter del codice del consumo[3], di cui al decreto legislativo 206/2005, nonché ottenere informazioni relative all'attività professionale in generale e agli standard qualitativi da esse richiesti agli iscritti.

L’Associazione si impegna promuovere la terzietà dello Sportello affidandone la gestione al CoLAP – Coordinamento Libere Associazioni Professionali. La sezione dello sportello relativa ai reclami e contenziosi viene gestita pariteticamente dal CoLAP con Adiconsum.

Lo sportello è attivo il martedì e giovedì dalle ore 10 alle ore 13 al numero 06.44340239 oppure alla seguente mail: sportellodelcittadino@wygzgm1ghxj.colap.it.

Lo sportello del cittadino è una forma di garanzia che tutela i committenti delle prestazioni dei professionisti: è un punto di riferimento a cui i committenti possono rivolgersi in caso di contenzioso con un professionista, oppure per ottenere informazioni sull'attività professionale dei membri di un’associazione e sugli standard qualitativi richiesti.


[1] “Le associazioni promuovono forme di garanzia a tutela dell'utente, tra cui l'attivazione di uno sportello di riferimento per il cittadino consumatore, presso il quale i committenti delle prestazioni professionali possano rivolgersi in caso di contenzioso con i singoli professionisti, ai sensi dell'art. 27-ter del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, nonché ottenere informazioni relative all'attività' professionale in generale e agli standard qualitativi da esse richiesti agli iscritti".

[2] “AIIC Italia attiva uno sportello del consumatore al quale possono rivolgersi i committenti delle prestazioni professionali in caso di contenzioso con i singoli professionisti o al fine di ottenere maggiori informazioni sull'attività professionale dei Membri e sugli standard qualitativi richiesti dall'associazione".

[3] “(Autodisciplina).

1. I consumatori, i concorrenti, anche tramite le loro associazioni o organizzazioni, prima di avviare la procedura di cui all'articolo 27, possono convenire con il professionista di adire preventivamente, il soggetto responsabile o l'organismo incaricato del controllo del codice di condotta relativo ad uno specifico settore la risoluzione concordata della controversia volta a vietare o a far cessare la continuazione della pratica commerciale scorretta.

2. In ogni caso il ricorso ai sensi del presente articolo, qualunque sia l'esito della procedura, non pregiudica il diritto del consumatore di adire l'Autorità, ai sensi dell'articolo 27, o il giudice competente.
3. Iniziata la procedura davanti ad un organismo di autodisciplina, le parti possono convenire di astenersi dall'adire l'Autorità' fino alla pronuncia definitiva, ovvero possono chiedere la sospensione del procedimento innanzi all'Autorità, ove lo stesso sia stato attivato anche da altro soggetto legittimato, in attesa della pronuncia dell'organismo di autodisciplina. L'Autorità', valutate tutte le circostanze, può disporre la sospensione del procedimento per un periodo non superiore a trenta giorni".


Recommended citation format:
AIIC. "Sportello del Cittadino". aiic-italia.it July 21, 2015. Accessed July 24, 2017. <http://aiic-italia.it/p/7301>.